Hai bevuto ramen tutto sbagliato (2023)

Hai bevuto ramen tutto sbagliato (1)

La posizione corretta per mangiare il ramen è con il viso e le mani ad una certa angolazione e vicinanza alla ciotola, abbastanza vicini e abbastanza lontani da trasferire i noodles dalla ciotola alla bocca con le bacchette e lasciare che il vapore infuso di aroma renda più profondo il connessione sensoriale al piatto. Il ramen noodle dovrebbe essere mangiato al dente, ma questo crea un problema di tempismo. Poiché di solito viene servito in un brodo caldo, la pasta tende ad ammorbidirsi. La qualità dell'esperienza è in bilico.

Da qui il posizionamento del corpo. Anche lo slurping ha un ruolo. Aiuta a raffreddare il liquido e lo aera, rilasciando una più piena espressione di sapori.

“Con la zuppa calda, lo èVia! Via! Via:Dicono che hai otto minuti nella zuppa prima che la pasta inizi a cuocere troppo ", mi dice l'esperto di ramen Brian MacDuckston. "Vuoi mettere la testa lì dentro e mescolare tutto, attivare il glutine."

Per il serio mangiatore di ramen, è una comunione privata più che un'esperienza sociale. I posti più ricercati sono i banconi dei bar, e molti ristoranti sono poco più che banconi da bar. Un posto che visito ha divisori che creano cubicoli che ricordano le vecchie banche telefoniche, dove passo il mio ordine su una banconota stampata attraverso un'apertura larga solo quanto basta per ricevere indietro la ciotola, come se l'impegno umano diluisse l'intera esperienza. Dato il rumore della cucina, il posto non è silenzioso come una biblioteca o un confessionale, ma lo spirito suggerisce qualcosa di simile. L'etichetta intorno al ramen include un particolare divieto degno di nota. Le bacchette devono essere posate vicino alla ciotola o lungo il suo bordo, mai infilate nei noodles in modo che puntino verso l'alto, che è il modo in cui i giapponesi lasciano le offerte di cibo alle tombe e sarebbero considerate un gesto o un simbolo di morte .

(Video) “I expected Korean guys to not like me” | Ramyun & Chill | EP.01

Questo articolo è una selezione dal nostro Smithsonian Journeys Travel Quarterly Atlas of Eating Issue

Ogni cultura ha la sua cucina e ogni cucina la sua storia segreta. Questo numero speciale di Journeys offre uno sguardo approfondito al cibo e alla cultura culinaria in tutto il mondo, incluse storie approfondite e ricette preferite.

MacDuckston, che si è trasferito in Giappone una decina di anni fa da San Francisco, scrive di blog sui negozi di ramen, soprattutto quelli di Tokyo, e conduce tour nei suoi luoghi preferiti. Calcola che ci sono almeno 5.000 negozi nella sola Tokyo, anche se solo da 200 a 300 producono quello che lui chiama "impact ramen", un certo livello culinario sublime. Nel 2015, uno di loro, un ristorante da nove posti chiamato Tsuta, è diventato il primo a guadagnare una stella Michelin. È stato un momento illustre nella storia del ramen, cibo di strada tradizionale elevato a cucina artigianale congourmetaspirazioni.

Il ramen ora va ben oltre il Giappone. Puoi trovare negozi in luoghi lontani, geograficamente e culturalmente, come l'Islanda e il Messico, con chef che danno il loro tocco al piatto (ad esempio, Raheli's Kosher Ramen in stile israeliano). Nel caso del celebre chef di ramen Ivan Orkin, il primo americano ad aprire un negozio a Tokyo, la passione per il ramen è arrivata fino al Giappone.

Se il ramen potrebbe ancora rivelarsi una moda passeggera nel resto del mondo, la sua importanza in Giappone è difficile da sopravvalutare. Decine di migliaia di negozi di ramen punteggiano l'arcipelago giapponese, ed è una pietra di paragone culinaria e culturale che va ben oltre il cibo, nella storia moderna, nella cultura popolare e persino, a quanto pare, nel romanticismo. The Ramen Bank, un sito web che segna la strada per i negozi di ramenSpettatore di vinosegna il vino, offre anche un servizio di "ramen wedding hunting", un collegamento di matchmaking per coloro la cui passione condivisa potrebbe essere il fondamento di una relazione impegnata.

Gli chef si recano nei recessi più remoti del paese per reperire ingredienti da fattorie e produttori specializzati di salsa di soia e altri prodotti. In uno dei migliori negozi di liquori, ogni ingrediente viene lavorato a mano, fermentato, condito, affumicato, scheggiato o rasato per il suo ruolo nel piatto.

Hai bevuto ramen tutto sbagliato (3)

**********

(Video) A Taste of Tal'Dorei | Critical Role | Campaign 3, Episode 25

La zuppa di ramen è a strati. La sua base è un brodo non stagionato, solitamente maiale o pollo, e verdure. Il condimento proviene da un liquido concentrato chiamatorespingere,disponibile in tre gusti: sale, miso o soia. Ogni chef utilizza ingredienti particolari in proporzioni specifiche per creare una tara d'autore, una miscela spesso segreta che distingue un negozio dall'altro. Le tagliatelle sono fatte con farina di frumento, sale, acqua e bicarbonato e la loro larghezza o spessore va calibrata alla consistenza e al sapore del brodo. Una tagliatella deve resistere alla zuppa ma non sopraffarla, quindi una tagliatella sottile è solitamente per una zuppa sottile e una più densa per una zuppa sostanziosa. Il piatto viene arricchito con oli aromatici e rifinito con condimenti come palamita o scaglie di sardine e scaglie di aglio. Tutto ciò che riguarda il ramen riguarda l'equilibrio e l'armonia.

Ci sono importanti differenze regionali. A Tokyo lo stock è solitamente di pollo e la quantità diKansui,un composto di bicarbonato di sodio in acqua che rende il ramen noodle diverso, diciamo, dalla pasta, è relativamente alto. Vai a ovest, e lo stile Hakata,tonkotsu,è a base di carne di maiale. Nel nord e nell'est, il kansui è più concentrato, creando diversi stili di noodle.

Una tendenza recente èguerraramen, che è ramen senza brodo. Al Raumen (Ramen) Museum di Yokohama, un piccolo centro commerciale di piccoli negozi di ramen che rappresentano i vari stili regionali, un posto presenta ramen senza zuppa con salsa di pomodoro e parmigiano, che ai non informati potrebbe sembrare pasta e salsa. La differenza è la pasta, che, a causa del kansui, ha una consistenza più masticabile e un odore caratteristico. I giapponesi descrivono l'odore pungente del ramen in modo molto simile a come gli appassionati di formaggio faranno paragoni di approvazione con aia e calzini.

Se le differenze regionali possono essere confrontate con le variazioni del cibo in Francia o in Italia, una differenza notevole è che il cibo nazionale del Giappone non è tramandato da un'antica tradizione. Per la maggior parte della sua storia il grano base del Giappone è stato, ovviamente, il riso, non il grano; il ramen è apparso in Giappone solo nel 1880, migrando dalla Cina. Era veloce, economico e abbondante, e il Giappone iniziò ad adottare e modellare il ramen come proprio. Ma il ramen ha davvero messo radici in Giappone dopo la seconda guerra mondiale, e le ragioni di ciò avevano meno a che fare con i gusti culinari che con la realtà politica.

"C'era un importante scopo geopolitico dietro il grano che divenne Chuka soba [ramen noodles] e altri cibi, che era quello di evitare l'ascesa del comunismo in Giappone", scrive George Solt nel suo avvincente studio,The Untold History of Ramen: come la crisi politica in Giappone ha generato una mania alimentare globale.

Alla fine della guerra il Giappone era devastato; tra bombardamenti e siccità, non riusciva ad alimentarsi. Le autorità americane hanno affrontato la politica alimentare in modo piuttosto punitivo. Anche se la narrativa americana parlava di magnanimità e generosità, in realtà al governo giapponese veniva addebitato il costo dell'occupazione. I giapponesi stavano soffrendo ed Eisenhower scrisse un promemoria a Truman avvertendolo che potevano esserci violenti disordini. Dopo che i comunisti presero il controllo della Cina, nel 1949, l'amministrazione Truman ampliò una politica che era diventata nota come "contenimento". Considerava gli aiuti alimentari fondamentali per ricostruire il Giappone e tenere a bada l'influenza dei sovietici. Gli Stati Uniti hanno aumentato notevolmente la fornitura di farina di frumento al Giappone.

"La dipendenza dalle importazioni di grano americano durante l'occupazione ha posto il Giappone su un corso di importazione alimentare a lungo termine che avrebbe posto le basi per il fiorire del ramen... nei decenni successivi", scrive Solt. "La battaglia per i cuori e le menti giapponesi avverrebbe quindi in gran parte attraverso il cibo, rendendo il grano americano uno strumento di pubbliche relazioni molto efficace".

(Video) Bitterness and Dread | Exandria Unlimited: Calamity | Episode 2

Hai bevuto ramen tutto sbagliato (4)

**********

Sgranocchiando e tagliando la mia strada attraverso il Giappone, alla fine arrivo a Fukuoka, sul bordo settentrionale dell'isola di Kyushu. Qui apprendo in prima persona un altro modo in cui la seconda guerra mondiale servì a rafforzare la produzione e la vendita del ramen.

Fukuoka ha la reputazione di essere una delle grandi città gastronomiche meno conosciute al mondo, ed è particolarmente orgogliosa del suo tonkotsu ramen, uno stile ricco e pungente a base di maiale. E tra le sue attrazioni più popolari ci sonoè,o bancarelle di strada, specialmente quelle allestite lungo il fiume Naka. Gli yatai, si scopre, sono relativamente nuovi: sono nati nel dopoguerra, alla fine dell'era imperiale del Giappone. Gli ex coloni di ritorno dalla Cina, Taiwan e Corea li hanno stabiliti perché erano un modo rapido ed economico per entrare in affari.

Oggi molti yatai sono operazioni di due uomini: un cuoco e un aiutante, che funge da venditore e promotore per i passanti che devono ancora decidere quale posto assaggiare. Gli sgabelli sono disposti a un bancone attorno al cuoco, che distribuisce ciotole e piattini man mano che sono pronti.

Prima di uscire per assaggiare il ramen di Fukuoka, chiedo al concierge del mio hotel di consigliarmi un buon yatai, insieme alle indicazioni. Li liquida tutti come "turistici". Non utile, ma non importa. Si scopre che nessuno è così turistico da avere cartelli in inglese o addirittura in romaji (parole giapponesi in caratteri latini). Scelgo quello che ha l'attesa più lunga per un posto.

Due donne giapponesi in visita da Tokyo fanno amicizia con me e pensano che dovrei provare alcune cose che ho trascurato di ordinare da solo - le bancarelle servono anche carne alla griglia - e passarmi i loro piccoli piatti da cui strappare. Riusciamo a conversare con qualche parola in inglese e il miracolo di un'app di traduzione. Altri posti vicini sono occupati da un collega americano, uno svedese e un francese. Forse perché la birra eshochuflow - l'usanza giapponese in genere è di non bere alcolici con il ramen - questo posto è più sociale di altri negozi di liquori. Il nostro incontro inizia persino a sembrare un incontro improvvisato.

Alcune persone potrebbero chiamare il negozio turistico. Ma penso che possa dire qualcosa sul ramen e su come i costumi e la tradizione continuino a cambiare. Ad ogni modo, il cibo è molto gustoso e l'atmosfera è divertente. E almeno non sono completamente perso: quando arriva il momento di bere, ho avuto una buona settimana di allenamento e l'unica cosa che capisco è come entrare nella giusta posizione.

(Video) Fond Farewells | Critical Role | Campaign 2, Episode 141

Ottieni le ultime novitàViaggi & Culturastorie nella tua casella di posta.

Todd Pitok | PER SAPERNE DI PIÙ

Todd Pitock ha vinto il Lowell Thomas Award come giornalista di viaggio del 2015 dalla Society of American Travel Writers Foundation. Il suo lavoro è apparso nelatlanticoESalone, tra le altre pubblicazioni.

Video consigliati

(Video) The Fancy and the Fooled | Critical Role | Campaign 2, Episode 97 - Live from Chicago!

FAQs

What do you say after eating ramen in Japan? ›

It is customary for Japanese to say Itadakimasu, literally meaning, "Gratefully Received", but in a mealtime setting, it's compared to "Let's eat," "Bon appétit," or "Thanks for the food." Itadakimasu!

What's the white and pink thing in ramen? ›

Narutomaki: If you've ever noticed a small white disc with a pink swirl in a bowl of ramen or even a picture of ramen, that's narutomaki or fish cake.

Who is the owner of Kitakata ramen? ›

Kitakata Ramen Ban Nai was officially founded in Tokyo, Japan, by Akira Nakahara in 1987, and the restaurant now has more than 70 locations.

What is the Japanese version of ramen? ›

Although called soba, Okinawa Soba are more similar to ramen. The thick, wavy noodles are served in a bowl of shio soup and topped with various items such as green onions, kamaboko and fresh ginger. If topped with soft broiled pork, the dish is called Soki Soba, but there are other varieties too.

What do you say after finishing ramen? ›

Ramen is Fast Food

After you finish eating Japanese say “Gochisousama (deshita)” and leave immediately after finishing, not taking a long time or just hanging out.

Is it rude to not finish ramen in Japan? ›

You don't need to overthink it; there is no rude way to eat ramen. If you want to drink the soup straight from the bowl, by all means indulge. Just enjoy the bowl and you are doing it right. And don't worry if you can't finish all of the soup.

What is 🍥? ›

Emoji Meaning

A slice of Japanese narutomaki, a ridged fishcake of processed whitefish with an iconic pink swirl, often served in ramen or oden. Thanks to its distinct swirl, may be used for flair.

What is the black liquid in ramen? ›

What is Black Garlic Oil? Mayu, or burnt garlic oil is a Japanese condiment that is made by scorching garlic in oil. Typically found in ramen shops next to its more commonly known cousin ra-yu (chili oil), it adds another layer of flavour to the broth.

What are the little black things in ramen? ›

Kikurage is a type of edible mushroom and is a popular condiment in Japanese ramen noodles. It is also commonly known as wood ear mushroom, black fungus, jelly ear, jew's ear, and Mu Er in Chinese.

What is the oldest ramen company? ›

Momofuku Ando (1910 – 2007)

In 1958, Momofuku invented Chicken Ramen, the world's first instant ramen, creating the instant ramen industry.

What city in Japan is known for ramen? ›

Considered to be one of the original styles of ramen, Tokyo is a central fixture when looking at the history of ramen in Japan. For this reason, you'll find some of the oldest ramen shops across the country located right in the capital, as well as some of the most famous chefs!

What nationality eats ramen? ›

Ramen is widely known imported from China to Japan, ramen-noodle shops first sprang to popularity in both countries in the early 1900s, and the noodles were actually called “Chinese soba” noodes in Japan up until the 1950s.

Why is Japanese ramen so salty? ›

Why Does Ramen Have So Much Sodium? The main reasons why instant ramen has excessive amounts of sodium are to enhance the flavor and extend the shelf life. Sodium is a cheap way to make food taste better and last longer.

Do Japanese eat ramen with rice? ›

Many ramen shops offer a bowl of rice along with ramen with their lunch or dinner sets which might sound like carb overload with rice and noodles but is a popular choice among Japanese people.

Do you eat ramen with a fork or spoon? ›

It may be considered rude to eat ramen with a fork if you are in a traditional setting or restaurant. This is because it is traditional to eat ramen with a set of chopsticks and a ramen ladle. However you can eat with a fork when you're at home if it's how you feel most comfortable.

Is it okay to drink the ramen broth in Japan? ›

Before taking your chopsticks to the noodles, grab the renge (ramen soup spoon). With it, take a big sip of soup first. It's important that you enjoy that delicious soup by itself. You don't even have to use the provided spoon - it's completely acceptable to drink directly from the bowl.

Is it rude to not drink ramen broth? ›

It isn't rude. It's highly encouraged in fact! He believes that by taking in the soup in one shot is considered the most appropriate way to finish your ramen experience. You will find all your ramen questions answered in the hilarious film Tampopo.

What do Japanese waiters say when you leave? ›

Instead, it is polite to say "gochisosama deshita" ("thank you for the meal") when leaving.

Is it rude to leave rice in Japan? ›

Rice is sacred in Japan and leaving uneaten rice or even morsels of rice in a rice bowl are frowned upon. While visitors will be forgiven, if you don't plan to finish your rice, ask for small portions, decline rice or make an effort to eat every rice morsel.

Is it rude to clear your plate in Japan? ›

Always finish your meal!

The Japanese consider it rude to leave food on your plate, and even more so to order more food when you haven't finished everything you've already got. This is related to one of the fundamental concepts in Japanese culture, mottainai, which is a feeling of regret at having wasted something.

What is considered rude in Japan? ›

Pointing at people or things is considered rude in Japan. Instead of using a finger to point at something, the Japanese use a hand to gently wave at what they would like to indicate. When referring to themselves, people will use their forefinger to touch their nose instead of pointing at themselves.

What is the milky ramen called? ›

Tonkotsu ramen & Tonkatsu

Creamy and cloudy, we get to this point by boiling the bones for hours on end. As mentioned, this kind of ramen comes from modern day Fukuoka. Tonkotsu is not to be confused with Tonkatsu (despite the name being so close).

Why is my ramen white? ›

The white color comes from the marrow and collagen in these parts. Using other types of pork bones such as ribs or neck bones will not give your soup the richness or color. Don't omit the fatback (salted pork fat).

What is the fungus in ramen? ›

Kikurage, wood ear mushroom, is a common topping on Japanese ramen. This is because it adds a chewy texture and absorbs the flavors of the ramen noodles and of the ramen broth. It is called wood ear mushroom because its shape resembles that of an ear.

What is the pink swirl in Japanese ramen? ›

What Is Narutomaki? Narutomaki is a type of kamaboko, or Japanese fish cake, that features a pink swirl in the center. Its name likely comes from the naturally occurring Naruto whirlpools located in the Naruto Strait between Shikoku and Awaji Island in Japan.

What is the red stringy stuff in ramen? ›

Sil-gochu (실고추), often translated as chili threads, chilli threads, or chili pepper threads, is a traditional Korean food garnish made with chili peppers.

Why are ramen eggs dark? ›

It's because the soft-boiled egg is marinated in a soy-based sauce and is full of umami. The outer layer of the egg white absorbs the flavour of the marinade and stains the egg light brown colour. Ramen Egg is basically a marinated soft-boiled egg (it can also be hard-boiled).

What is the most famous ramen brand in the world? ›

1. Nissin. The best instant ramen brand goes to the company behind the iconic Cup Noodles: Nissin. Few may know that the world's first instant ramen was chicken flavored, and was invented by a man named Momofuku Ando at just 48 years old in 1948.

What is the most popular ramen brand in Japan? ›

Japan's Most Popular Instant Noodles
  • ・U.F.O. ...
  • ・Maruchan Seimen. ...
  • ・Red Kitsune Udon and Green Tanuki Ten-Soba. ...
  • ・Miso Ramen. ...
  • ・Shoyu Flavor. ...
  • ・Shio Ramen. ...
  • ・Charumera. ...
  • ・Ippeichan. In addition to its ramen brands, Myojo has one of the more popular instant yakisoba brands with its Ippeichan line.
Jun 10, 2020

What is the #1 ramen shop in Japan? ›

Chuka Soba Tomita (中華蕎麦 とみ田) is considered by many as the no. 1 ramen shop in Japan. Celebrated overseas in the documentary "Ramen Heads", award-winning Tomita is a ramen (technically, tsukemen) game-changer. If you plan to visit, here's exactly what to do and how to order.

What country likes ramen the most? ›

Watch more

Vietnam loves instant noodles more than you. South Korea used to be number one, but now Vietnam is the world's top consumer of instant noodles per capita.

Is ramen originally from China or Japan? ›

It starts in 1800s China, which is considered to be the birthplace of all things ramen. The idea of noodles in a soupy broth travelled with Chinese immigrants in the late 19th or early 20th Century to Japan after the Meijiichin [Meiji Restoration] in 1868.

What country eats the most ramen per person? ›

South Korea was found to consume the most instant noodles per capita in a study of 15 countries, with an average of 74.1 packages consumed each year.

What is Chinese ramen called? ›

Until the 1950s, ramen was called shinasoba (支那そば, actually “Chinese soba”) yet today chūka soba (中華そば, likewise signifying “Chinese soba”) or simply Ramen(ラーメン) are more mainstream, as the saying “支那” (shina, signifying “China”) has gained disapproval.

Is ramen good for you? ›

Though instant ramen noodles provide iron, B vitamins and manganese, they lack fiber, protein and other crucial vitamins and minerals. Additionally, their MSG, TBHQ and high sodium contents may negatively affect health, such as by increasing your risk of heart disease, stomach cancer and metabolic syndrome.

How do Japanese greet after eating? ›

Before eating meals, Japanese people join their hands in front of their chests and say, “itadakimasu.” After finishing, they perform the same gesture and say, “gochisosama.” These greetings are part of a day-to-day manner.

What do Japanese people say before after eating? ›

Itadakimasu is said when you start eating but, when the meal is over, remember to give thanks again using the phrase gochisousama, which is a sign of respect towards the chef.

How do you reply to Itadakimasu? ›

The standard phrase before a meal, “Itadakimasu” comes from the verb, “itadaku”, a humble way of saying, to eat and receive. The person who prepared the meal would reply, “Douzo meshiagare” which means, “Please help yourself.”

What does Naruto say after eating ramen? ›

Usually, people say this after taking their last bite of the food item. This goes on to show that they are thanking the person or people involved in making the meal. The main difference is that “Itadakimasu” is said before eating a meal, while “Gochusousama” is said right after one completes a meal.

What is considered rude while eating in Japan? ›

Blowing your nose at the table, burping and audible munching are considered bad manners in Japan. On the other hand, it is considered good style to empty your dishes to the last grain of rice.

What do Japanese chefs yell? ›

"Irasshaimase!" the chefs are all yelling in unison the moment you enter their restaurant. It's a surprise the first time it happens but get used to it, it's standard practice throughout Japan.

What do Japanese say before drinking? ›

In Japan, an enthusiastic “kanpai!,” which translates to empty cup, isn't just a celebratory way to cheer, it's a respected pre-drinking ritual. So New Year's Eve or not, don't even think about chugging a beer (or sake) in Japan before everyone at your table has said: “Kan-pie!”

Is it rude to not finish food in Japan? ›

Always finish your meal!

The Japanese consider it rude to leave food on your plate, and even more so to order more food when you haven't finished everything you've already got. This is related to one of the fundamental concepts in Japanese culture, mottainai, which is a feeling of regret at having wasted something.

What is the proper way to say thank you in Japanese? ›

Arigatou on its own is a simple, somewhat casual “thank you.” That said, most people prefer doumo arigatou or arigatou gozaimasu as their standard way of saying thanks, because both of those phrases are more polite than arigatou on its own.

Is it rude to leave food on your plate in Japan? ›

Don't leave food behind. It's considered bad manners to leave even grains of rice behind, so be sure to clean your plate! If there are some foods you cannot eat, ask to have them left out of the dish.

What do Japanese people call Japan? ›

The Japanese names for Japan are Nihon ( にほん) and Nippon ( にっぽん). They are both written in Japanese using the kanji 日本.

What do Japanese say when they leave the house? ›

Ittekimasu/Itterasshai

Try to remember which one to say when you are the one leaving, or when you are saying it to someone else leaving. Ittekimasu (行ってきます) means “I will go” and doubles as a “see you later”, or “I'll get going now”. You use this when you are leaving home. It implies that you will also be coming back.

Videos

1. Thicker Grows the Meal and Plot | Critical Role | Campaign 3, Episode 9
(Critical Role)
2. 'Don't like me ...' 'How do I do that? '[ Single Again, Four Man | 220329 SBS Broadcast]
(레알예능 스브스)
3. 【ENG SUB】Princess of My Love EP06 | Strategy Master Loves Lively Girl | Bai Jingting/ Tian Xiwei
(华剧圈 Circle Drama)
4. Labenda Awaits | Critical Role | Campaign 2, Episode 20
(Critical Role)
5. Fleeting Memories | Critical Role | Campaign 2, Episode 14
(Geek & Sundry)
6. On the Trail of a Killer | Critical Role | Campaign 3, Episode 4
(Critical Role)

References

Top Articles
Latest Posts
Article information

Author: Moshe Kshlerin

Last Updated: 09/22/2023

Views: 6579

Rating: 4.7 / 5 (77 voted)

Reviews: 84% of readers found this page helpful

Author information

Name: Moshe Kshlerin

Birthday: 1994-01-25

Address: Suite 609 315 Lupita Unions, Ronnieburgh, MI 62697

Phone: +2424755286529

Job: District Education Designer

Hobby: Yoga, Gunsmithing, Singing, 3D printing, Nordic skating, Soapmaking, Juggling

Introduction: My name is Moshe Kshlerin, I am a gleaming, attractive, outstanding, pleasant, delightful, outstanding, famous person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.